Ultima modifica: 7 dicembre 2018

Organi Collegiali

GIUNTA ESECUTIVA

GIUNTA ESECUTIVA
PRESIDENTE  Dirigente Scolastico
 Componente di diritto DSGA  RICHICHI Maria
 Componente Docenti  NIOSI Giuseppe
 Componente A.T.A.  PELOSINI Anna
 Componente Genitori CORRENTI  Giovanni B.
Componente Alunni CASTELLI Linda

CONSIGLIO DI ISTITUTO

CONSIGLIO DI ISTITUTO
  PRESIDENTE  ING. NIGRO Luisa ( genitore)
Dirigente Scolastico ZOBEL Gaetana
Componente Docenti BRAIONE Paolo, BRUNETTI Roberto, CAROFANO Pierluigi, 
GRASSINI Luca, NIOSI Giuseppe, MUZIO M.Grazia
RICCI Alessandra, MEZZETTI Valerio
Componente A.T.A.   CRISCUOLI Alessio, PELOSINI Anna
Componente Genitori  NICCOLAI Alessio, CORRENTI Giovanni B, NIGRO Luisa
Componente Alunni  CASTELLI Linda, COSCETTI Arianna, MAZZA Stefano, BRUSCHI Mirko

 

COMITATO TECNICO SCIENTIFICO

COMITATO TECNICO SCIENTIFICO
   PISA CASCINA
DIRIGENTE SCOLASTICO ZOBEL Gaetana ZOBEL Gaetana
COLLABORATORI DIRIGENTE MORABITO Maria Luisa RICCI Alessandra
AREA UMANISTICA PADOVAN Maria Grazia  PADOVAN Maria Grazia
AREA SCIENTIFICA AQUILINI Eleonora  AQUILINI Eleonora
AREA TECNICA PER INDIRIZZO CATASSI Simonetta CATASSI Simonetta 
FUNZIONI STRUMENTALI BOLETTIERI Giuseppe, BRAIONE Paolo, CAPPELLO, PALIAGA, BALDINI, MEDAGLINI,
MORABITO Maria Luisa
BRUNETTI Roberto, BOZZI Cecilia, PAMPANA Michela, TAVERNI Marco

Ne fanno parte la dirigente e il suo staff, le funzioni strumentali e i coordinatori dei dipartimenti.

 

COMITATO DI VALUTAZIONE

 MEMBRI EFFETTIVI

DIRIGENTE SCOLASTICO: ZOBEL Gaetana 

COMPONENTE DOCENTI:  LUPERINI Linda, PADOVAN Maria Grazia

COMPONENTE GENITORI: DONATI Serena

COMPONENTE ALUNNI: CACELLI Gregorio

 

COLLEGIO DOCENTI

Il Collegio dei Docenti provvede ad alcuni adempimenti che rientrano nelle sue competenze di organo tecnico-professionale,  previsti da disposizioni legislative, regolamentari e da norme contrattuali. La convocazione viene fatta dal Dirigente scolastico con preavviso scritto almeno 5 giorni prima (2 gg. in caso di urgenza) e con indicazione dell’ordine del giorno, dell’ora di inizio e della durata secondo il calendario deliberato; è possibile la convocazione straordinaria del Collegio su proposta del DS o di 2/3 dei componenti l’organico di fatto dei docenti (impegno orario da stabilire).
Gli adempimenti da osservare sono i seguenti:
1. Potere deliberante in materia di funzionamento didattico dell’Istituto (ex art. 7 DLgs 297/94);

2. Predisposizione, entro il mese di Ottobre dell’anno scolastico precedente al triennio di riferimento, del Piano Triennale dell’Offerta Formativa (ex art. 1 c. 12 legge 107/15),  rivedibile annualmente, contenente anche la programmazione delle attività formative rivolte a tutto il personale;

3. Elaborazione del PTOF sulla base degli indirizzi per le attività della scuola e delle scelte di gestione e di amministrazione definiti dal dirigente scolastico (ex art. 1 c. 14 punto4 legge 107/15), da approvare dal Consiglio d’Istituto;

4. Definizione del Piano annuale delle attività dei docenti e i conseguenti impegni del personale docente che possono prevedere attività aggiuntive (ex Art. 28 c. 4 CCNL2006/2009); nella predetta programmazione occorrerà tener conto degli oneri di servizio degli insegnanti con un numero di classi superiore a sei in modo da prevedere un impegno fino a 40 ore annue (ex art. 29 comma 3 lettera b CCNL 2006/2009);

5. Identificazione delle funzioni strumentali al Piano dell’offerta formativa e definizione dei criteri di attribuzione, del numero e dei destinatari (ex art.33 comma 2 CCNL2006/2009);
6. Delibera del piano delle attività di aggiornamento e formazione (ex Art. 66 c. 1 CCNL 2006/09) e definizione del Piano Triennale di formazione dei docenti (ex art. 1, c.124 legge 107/15);

7. Svolgimento delle prove Invalsi;

8. Adozione dei libri di testo; 

9. Proposta al Consiglio di Istituto delle modalità e dei criteri per lo svolgimento dei rapporti con le famiglie e gli studenti (ex art. 29 comma 4 CCNL 2006/2009).
Le modalità di identificazione delle FF.SS. e di attribuzione di altre attività aggiuntive verranno di volta in volta stabilite dai soggetti competenti indicati nel presente P.A.A. con particolare riguardo ai seguenti criteri generali: dichiarata disponibilità, competenza, certificazioni ed esperienze pregresse, possibile coinvolgimento di un ampio numero di docenti. Per quanto riguarda la partecipazione alle attività delle Commissioni, dei Dipartimenti e dei gruppi di lavoro la presenza alle relative riunioni sarà attestata nel verbale delle stesse con indicazione della durata.
Il ricevimento dei genitori, in orario antimeridiano, avrà inizio dalla terza settimana del mese di Ottobre e verrà sospeso 15 giorni precedenti le date degli scrutini intermedi e finali. Nel mese di Novembre e di Aprile è previsto il ricevimento pomeridiano dei genitori articolato in due sezioni: biennio e triennio.

 

CONSIGLI DI CLASSE

I Consigli di classe, di interclasse e di intersezione sono gli organi collegiali in cui le diverse componenti scolastiche (docenti, genitori e studenti per la scuola secondaria di II grado) si incontrano per pianificare e valutare costantemente l’azione educativa e didattica; si occupano dell’andamento generale della classe, si esprimono su eventuali progetti
di sperimentazione,  hanno il compito di formulare proposte al Collegio Docenti relative all’azione educativa e didattica e di proporre gli strumenti e le modalità per agevolare e rendere più efficace il rapporto scuola-famiglia e il rapporto docenti-studenti  nell’interesse comune di garantire il loro successo scolastico. In  particolare il Consiglio di classe esercita le sue competenze in materia di programmazione, valutazione e sperimentazione e formula le proposte per l’adozione dei libri di testo. Tali proposte vengono presentate al Collegio dei docenti,  il quale provvede all’adozione dei libri di testo con relativa delibera. Rientrano nelle competenze dei Consigli di classe anche i provvedimenti disciplinari a carico degli alunni, che comportano l’allontanamento dalla comunità scolastica per un periodo inferiore a quindici giorni. Con la sola presenza dei docenti,  ha competenza riguardo alla realizzazione del coordinamento didattico e dei rapporti interdisciplinari e alla valutazione periodica e finale degli alunni. La convocazione viene fatta dal Dirigente scolastico con  preavviso scritto almeno 5 giorni prima (2 gg. in caso di urgenza) e con indicazione dell’ordine del giorno, dell’ora di inizio e della durata secondo il calendario deliberato; è possibile la convocazione straordinaria del Consiglio per motivi disciplinari.

 I Consigli si svolgono in orari non coincidenti con quelli delle lezioni.

 

Link vai su