Ultima modifica: 22 Dicembre 2018

Comunicazione

Prendendo atto che alle ore 12:00 di oggi 22/12/2018 è stata revocata l’occupazione con sospensione delle attività didattiche, molti dei docenti della sede di Pisa ritengono che, nonostante  il comportamento degli studenti nei riguardi dei beni materiali della scuola, del lavoro della segreteria e dei collaboratori scolastici sia stato di rispetto, rimanga il grave fatto che si sia trattato di un’azione non legale, che ha impedito ad altri studenti come loro la possibilità di manifestare altri sentimenti, come quello di voler, per esempio, svolgere le regolari lezioni. Soprattutto, l’occupazione ha creato non poco disagio agli studenti e alle famiglie dei nostri ragazzi disabili.
Per questi motivi come educatori e docenti non possiamo esprimere nei confronti degli occupanti né solidarietà né condivisione per le modalità e la forma con cui hanno manifestato la loro protesta, forse anche legittima, avendo avuto mezzi più democratici, come l’autogestione, peraltro già concordata con la  dirigente.
                                                                                                                                una parte del corpo docente

Link vai su