Ultima modifica: 26 Aprile 2019

Intesa Governo-sindacati su rinnovo CCNL, sistema scuola nel Paese e stabilizzazione dei precari


Il 23 e 24 aprile si è tenuto l’incontro convocato a Palazzo Chigi dal Primo Ministro, Giuseppe Conte e dal Ministro dell’Istruzione Università e Ricerca, Marco Bussetti, a seguito del perdurare dello stato di agitazione (confermato dopo un primo confronto con il solo Ministro Bussetti) da parte della FLC CGIL e dell’intero schieramento sindacale della scuola, università, ricerca e AFAM.

Al termine dell’incontro è stata firmata un’intesa* che impegna il Governo per il rilancio dei settori della conoscenza, come opportunità di crescita per lo sviluppo del Paese, a partire dalla ricerca dei fondi per il rinnovo del CCNL già con la legge di bilancio 2020.
Si apre anche un periodo di trattative e confronti, che si avvieranno nei primi giorni di maggio sul tema del precariato.

Lo sciopero del 17 maggio è solo sospeso.
Si prenderà una decisione definitiva dopo le prime verifiche della prossima settimana. Restano confermate, invece, tutte le attività di raccolta delle firme a contrasto di ogni progetto di regionalizzazione del sistema dell’istruzione.

Leggi il commento dei sindacati, il resoconto dell’incontro e il testo dell’intesa*.
* Il testo pubblicato non contiene il periodo riguardante il completamento del processo di stabilizzazione dei precari della ricerca che, seppur concordato, come indicato nel comunicato unitario, non è stato riportato nella versione sottoscritta.

Cordialmente
FLC CGIL nazionale

Link vai su